Arancini, la storia della Sicilia nel piatto

arancini, storia arancini,antipasti, riso, compatte, ricette regionali, gastronomia siciliaNato probabilmente durante la dominazione saracena della Sicilia, l’arancino, o arancina, è uno dei prodotti più gustosi e tipici della gastronomia isolana.
Diffuso in tutta la Sicilia, l’arancino può essere di varie forme: le più tipiche sono quella sferica, tipica della Sicilia occidentale, e quella conica, tipica invece della Sicilia orientale e forse riconducibile alla sagoma del vulcano Etna, ma in generale è possibile trovare nelle rosticcerie siciliane arancini dalle forme più svariate.
Ma molto variegati sono anche gli ingredienti utilizzati per il ripieno di questo gustoso rustico. Sebbene il sugo di carne sia ormai il più tipico, infatti, non è raro che vengano preparati con diversi tipi di verdura e  di pesce, mentre per la festività di Santa Lucia, il 13 Dicembre, a Palermo è tradizione mangiare anche degli arancini dolci ripieni di cacao.

Per quanto ormai sia un ingrediente fondamentale, d’altronde, il pomodoro è solo un introduzione relativamente recente all’interno di questa ricetta, databile alla metà del XIX secolo, mentre l’origine degli arancini è, come detto, ricollegabile alla dominazione araba dell’isola e quindi al X secolo circa.
Fu, infatti, a quel tempo che venne introdotta nell’isola l’abitudine di porre al centro della tavola, durante i bacnhetti, un grande vassoio colmo di riso allo zafferano arricchito da carni e verdure da cui gli invitati potevano servirsi con le mani. In origine quindi l’arancino siciliano altro non era che una pallottola di riso accompagnata da alcuni condimenti.
L’idea  di impanarlo e friggerlo, invece, è riconducibile a qualche secolo dopo e, per tradizione, la sua invenzione è attribuita a Federico II di Svevia alla cui corte sarebbe nata l’idea di impanare gli arancini per poi friggerli, allo scopo di conservali e consentire all’imperatore di portare con sé durante i viaggi o le battute di caccia, del cibo facilmente trasportabile e non deperibile, ma sostanzioso.
L’arancino è quindi nato probabilmente come cibo da asporto e questa caratteristica non l’ha mai abbandonato totalmente, tanto è vero che tutt’oggi camminando per le città siciliane è facile imbattersi in persone di ogni età che si apprestano ad addentare uno di questi succulenti rustici. Si potrebbe quasi dire, quindi, che l’arancino sia stato un antesignano dello street food.

Leggi la ricetta degli arancini

Arancini, la storia della Sicilia nel piattoultima modifica: 2012-03-31T14:46:29+00:00da deanna2011
Reposta per primo quest’articolo